venerdì 12 aprile 2013

Blueberry pie {torta di mirtilli}


I dolci di frutta sono i miei preferiti...e poi.....voi lo sapete che ho una passione per i dolci americani, specialmente per i pie gonfi di frutta. La torta ai frutti di bosco credo sia la mia preferita...impossibile resistere a una bela fetta di torta di mirtilli con tutto quello sciroppetto che cola lentamente giù dalla fetta...
Solitamente io tendo ad usare qualsiasi frutto del bosco, anche se la mia preferita rimane una versione realizzata interamente con more o mirtilli selvatici. In questo caso ho usato un 50 % di mirtilli e il restante 50% una miscela di frutti di bosco (mirtilli, lamponi, more, ribes). Sbizzarritevi a provarla con la frutta che gradite di più!!
Se usate frutti di bosco surgelati fateli scongelare bene su un colino prima di usarli, altrimenti rilasceranno troppo liquido in cottura, e poi pesateli.
Per la quantità di zucchero regolatevi secondo la frutta che userete; se usate una miscela che contenga anche lamponi aumentate leggermente la quantità.
Per quello che riguarda la crosta metto più sotto la ricetta che uso più spesso, ma se voi ne avete una vostra super collaudata usate pure quella. Le immagini che vedete si riferiscono a due torte, si nota dal decoro della in superficie.
Felice serata a tutti!!

Blueberry pie
{torta di mirtilli}




Per la crosta:

  • 400 g di farina
  • 185 g di burro
  • 5-6 cucchiai di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale

Per il ripieno:
  • 150 g di zucchero, preferibilmente di canna 
  • circa 1,5 kg di frutti di bosco (a me piace bella gonfia e ne metto anche di più)
  • 100 g di amido di mais
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • la punta di un cucchiaino di sale
  • qualche goccia di succo di limone 
  • 30 g di burro
  • 1 uovo sbattuto con un cucchiaio di acqua per spennellare la torta
Togliete il burro dal frigo 15 minuti prima di preparare l'impasto, a meno che non faccia troppo caldo.
Setacciate la farina con il sale,: questo passaggio serve a far respirare meglio l'impasto e a renderlo croccante e leggero.



Aggiungete il burro tagliato a pezzettini e incorporatelo alla farina usando la punta delle dita sollevandolo e lasciandolo cadere nella terrina, fino a quando l'impasto non avrà assunto l'aspetto di tante molliche.





Aggiungete 2-3 cucchiai di acqua e incorporatela con un coltello a lama piatta, tagliando l'impasto più che mescolarlo, facendo ruotare la terrina.



Il composto assumerà un'aspetto granuloso, unite qualche altro cucchiaio di acqua, sempre tagliando l'impasto e valutate la consistenza tenendone un pezzetto tra le dita,



se non rimane compatto dovete aggiungere un po' d'acqua, facendo in modo però che non risulti eccessivamente umido altrimenti una volta cotto diventerà appiccicoso e si ridurrà di volume,
se invece l'impasto è troppo secco si sgretolerà al momento di essere steso.
Si tratta di trovare la giusta proporzione di acqua, che può variare in base all'assorbimento della farina. Quando l'impasto avrà raggiunto la giusta consistenza formate una palla senza lavorarla, solo pressandola.


Avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per 20-30 minuti (in estate almeno 30 minuti).
Non saltare questo passaggio perché serve a stendere meglio l'impasto ed evitare o limitare che si riduca di volume una volta infornato.

Preriscaldate il forno a 200°C e posizionate la griglia nel ripiano inferiore.
Preparate il ripieno unendo la frutta, il sale, la cannella, lo zucchero e l'amido di mais. mescolate  e mettete da parte.
Dividete l'impasto in 2 parti, una leggermente più grande dell'altra, e tendete la parte più grande tra 2 fogli di carta forno oppure su una superficie infarinata, io preferisco stenderlo su un solo foglio di carta forno e spolverizzare leggermente di farina il mattarello. Non tiratela troppo finemente. Stendete anche l'altro disco di pasta e mettetelo in frigo
Foderate uno stampo da 25-27 cm con la parte più grande, riempite con le bacche e spruzzate il succo di limone. Distribuite il burro a pezzetti, spennellate il bordo della torta con l'uovo sbattuto, coprite con l'altro disco e sigillate i bordi creando un bordo ondulato. Se vi avanza della pasta usatela per delle decorazioni.
Spennellate la crosta con l'uovo sbattuto e praticate delle fessure con un coltello. Infornare per circa 45 minuti, fino a quando la crosta risulterà dorata, controllatela regolarmente passati i 25 minuti, se colora troppo abbassate leggermente la temperatura e coprite con alluminio. Passati i 25 minuti io spolverizzo la superficie con un po' di zucchero. Fate raffreddare e servite magari con un po' di panna montata.






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...