giovedì 26 dicembre 2013

Lemon meringue pie gluten free


Buongiorno a tutti, passato bene il giorno di Natale?
Questo è dolce che ho preparato per il pranzo di ieri, una lemon meringue pie senza glutine però, per dar modo anche alla ragazza di mio figlio di assaggiare questa bontà!!
Felice giornata!!..qui diluvia...

Ingredienti ed esecuzione della frolla:
  • 200 g di farina di riso
  • 100 g di amido di mais
  • 2 uova
  • 150 di zucchero a velo
  • 150 di burro
  • un pizzico di sale
  • la punta di un cucchiaino di lievito
  • buccia grattugiata di limone
Setacciate la farina di riso con l'amido di mais e il sale.
Aggiungete il burro freddo a pezzetti e iniziate a intridere velocemente il tutto con le dita fino a d ottenere un composto sbriciolato.
Unite le uova, lo zucchero e la buccia di limone.
Lavorate brevemente e formate una palla, aggiungendo farina di riso o amido se trovate difficoltà a compattare il tutto.
mettete i frigo per circa mezz'ora.
Stendete la pasta tra due fogli di carta forno, togliete un foglio e rovesciate l'impasto in uno stampo da 24-26 cm. Eliminate anche l'altro foglio e accomodate la frolla con le dita in modo da sistemare eventuali strappi.

Bucherellate la base con una forchetta, coprite e mettete in frigo per 20 minuti.
Preriscaldate il forno a 180°C
Coprite l'impasto con carta e palline da forno o fagioli secchi e infornate per 15 minuti.
Togliete la carta e le palline e fate cuocere per altri 15-20 minuti, o fino a quando l'impasto si sarà asciugato.
Lasciate raffreddare e intanto portate la temperatura del forno a 200°C.


Ingredienti ed esecuzione della crema al limone:
  • 30 g di farina di riso
  • 30 g di amido di mais
  • 250 g di zucchero a velo
  • 250 ml di acqua
  • 185 ml di succo di limone
  • 1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata
  • 50 g di burro non salato, tagliato a pezzi
  • 6 tuorli d'uovo
Mettete la farina, l'amido di mais, lo zucchero, la scorza e il succo di limone in una casseruola e aggiungete gradualmente 250 ml di acqua amalgamando a fuoco lento fino ad ottenere un composto omogeneo. Far cuocere sempre mescolando fino a quando il composto si sarà addensato. Togliete dal fuoco e incorporate il burro e i tuorli d'uovo, mescolando energicamente, rimettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco lento, mescolando fino a quando il composto sarà molto denso.


Ingredienti ed esecuzione della meringa:
  • 6 albumi 
  • 340 g di zucchero, meglio se a velo
  • un pizzico di cremore di tartaro o qualche goccia di succo di limone 
Montate gli albumi con lo zucchero e il cremor di tartaro fino ad ottenere un composto denso e lucido.

Assemblaggio della torta:
Distribuite il ripieno al limone sulla base della torta, coprite con la meringa e con la punta di un coltello formate delle punte decorative.
Infornate per 8-10 minuti o fino a quando le punte cominceranno a prendere colore.
Estraete dal forno e fate raffreddare bene prima di tagliarla.
La frolla è molto fragile e tende a sbriciolarsi, ma è buonissima!!!





mercoledì 25 dicembre 2013

domenica 22 dicembre 2013

Croissant sfogliati


Una ricetta che avevo preparato tempo fa' e di cui sono riuscita a recuperate solo qualche foto dopo la formattazione del pc..
Sono i mitici croissant sfogliati di Paoletta e per la ricetta e il procedimento vi rimando al suo blog.
Ammetto che i miei non sono venuti molto belli, sono un po'..cicciotti, ma erano ugualmente molto buoni!!
Io ne ho farciti un po' con la crema di nocciole, dopo la cottura  usando una siringa e un po' li ho lasciati al naturale.
Vi auguro una felice domenica!!




sabato 21 dicembre 2013

Ciambella all'arancia


Una ciambella senza grassi, morbida e profumata. La ricetta è quella del Pan di spagna al profumo di limone per l'occasione leggermente modificata.

Gli ingredienti:
  • 300 g di farina
  • 300 g di zucchero
  • 6 uova medie
  • buccia grattugiata di 2 arance
  • 3 cucchiai di succo d'arancia
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaino colmo di lievito
Il procedimento:
Montate a neve gli albumi con 150 g di zucchero fino ad ottenere una bella meringa lucida.
Sbattete i tuorli con il rimanente zucchero fino ad ottenere un composto bello spumoso e unite la buccia d'arancia. 
Unite gli albumi ai tuorli mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Incorporate un po' alla volta la farina setacciata con il lievito e il sale alternando con il succo di arancia e il latte amalgamando delicatamente.
Versate in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato.
Infornate a 175°C per circa 35 minuti.
Se usate uno stampo in silicone fate raffreddare bene prima di sformarlo.
Setacciate  con zucchero a velo e decorate con fantasia.





venerdì 20 dicembre 2013

Biscotti all'anice stellato


Oggi una ricetta semplice a buonissima; biscottini natalizi realizzati con un'impasto speziato e profumato dove l'aroma dell'anice stellato prevale sulle altre spezie.
Felice fine settimana!!

Gli ingredienti:
  • 350 g di farina bianca
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 2 cucchiaini di cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiaini di spezie miste macinate (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero e anice stellato, quest'ultimo in maggiore quantità)
  • pizzico di sale
  • 200 g di zucchero di canna grezzo
  • 130 di burro ammorbidito
  • 1 uovo
  • 50 g di miele
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaio di rum
Il procedimento:
Setacciate la farina, il sale, il lievito, il cacao e le spezie.
Aggiungete lo zucchero, l'uovo leggermente sbattuto, il burro morbidissimo, il miele, il latte e il rum.
Lavorate l'impasto e formate una palla, dovrà risultare abbastanza morbida.
Avvolgetela in pellicola trasparente e tenetela in frigorifero per 30 minuti.
Portate il forno a 180°C e stendete la pasta su una superficie leggermente infarinata ad uno spessore di 5 mm.
Ritagliate i biscotti con delle formine natalizie e trasferiteli su una piastra coperta da carta forno; io ho preparato metà impasto con le formine per biscotti e l'altra metà ho usato uno stampo in silicone schiacciando bene i pezzetti di impasto all'interno in modo che prendessero bene la forma e riempiendoli solo per metà.
Punzecchiate i biscotti con una forchetta e infornate quelli ricavati con le formine, più sottili, per circa 8 minuti, non cuoceteli di più altrimenti induriranno troppo, mentre per gli altri, essendo più spessi, sarà necessario qualche minuto in più di cottura (circa 10)
A fine cottura appariranno ancora molto morbidi ma raffreddandosi acquisteranno la giusta consistenza.
I biscotti ricavati con le formine trasferiteli subito su una griglia e fateli raffreddare, quelli preparati nello stampo fateli raffreddare bene prima di estrarli con delicatezza .
Potete decorarli come vi suggerisce la fantasia oppure lasciarli così, al naturale.






giovedì 12 dicembre 2013

Le pastafrolline di Santa Lucia



Bambini, la sentite la campanella??
Fate i bravi che fra un po' arriva ...!!!
Santa Lucia
di V. Bosari

Nei lor candidi lettini
questa notte
come sognano i bambini!
Per la grande via d'argento
ecco,vien Santa Lucia,
viene carica di doni,
per i bimbi bravi e buoni.
Ahi, barcolla, ahimè, si intoppa,
sotto il peso, l'asinello!
Giunge alfine
ecco, scricchiola la toppa,
s'apre l'uscio, e lei, bel bello,
trombe, bambole, scarpine
mette giù,quanti balocchi!
Che delizia, o Dio, per gli occhi!

A Verona nella notte tra il 12 il 13 dicembre è tradizione festeggiare Santa Lucia. Per i bambini è una festa, la Santa arriva carica di doni su un'asinello accompagnata dal suo aiutante Gastaldo. Se i bimbi sono stati bravi la Santa lascerà solo doni, mentre per i bimbi che sono stati birichini lascerà accanto ai doni (quelli non mancano mai ) anche un pezzetto di carbone.


Ma l'atmosfera magica di quella notte inizia parecchi giorni prima..Qualche settimana prima i bambini scrivono la loro letterina con la lista dei regali che vorrebbero ricevere promettendo anche che in futuro saranno più buoni.. La letterina viene lasciata sul davanzale della finestra e durante la notte il Gastaldo passerà a raccogliere le richieste dei bambini. Poi, qualche giorno prima della magica notte, la Santa passa di casa in casa e lascia un piccolo omaggio, un'anticipo di festa....Ricordo che verso il tramonto si udiva nell'aria la campanella che preannunciava il suo arrivo. Noi bambini, felici, emozionati e anche spaventati, andavamo a ripararci in un cantuccio mentre mamma apriva la finestra e manciate di caramelle cadevano all'interno.
Poi io mi chiedevo sempre come mai dopo qualche minuto dal passaggio di Santa Lucia, puntualmente tornasse dal lavoro mio padre..e gli dicevo sempre:- Papà.. anche stasera non hai visto Santa Lucia che ci gettava le caramelle....

Ma la vera festa è la giornata del 13 Dicembre...che emozione!! La sera prima prima di andare a letto si lascia davanti al camino un bicchiere di latte per Santa Lucia, un bicchiere di vino per il Gastaldo, le carotine e il fieno per l'asinello.
L'indomani tutto sarà sparito e al loro posto i bimbi troveranno, oltre ai doni che hanno richiesto, anche un piccolo vassoio di dolcetti, le Conse, le pastafrolline di Santa Lucia. Un' antica filastrocca è testimone di questa usanza.

"Santa Lussia, mama mia
porta conse in scarpa mia,
se la mamma no gh'in mete
resta ude la scarpete
se el bupà no' ghe ne porta
resta 'uda anca la sporta"

Traduzione

"Santa Lucia, mamma mia
porta dolci in scarpa mia
se la mamma non ce li mette
restano vuote le scarpette
Se il papà non ne porta
resta vuota anche la borsa"

Chissà se anche quest'anno Santa Lucia passerà anche da me per lasciarmi i dolcetti...non sono più una bambina ormai da molti anni ma io la campanella la sento ancora!!!
Però, nell'eventualità che Santa Lucia si dimentichi di me, ogni anno preparo sempre una bella scorta di questi dolcetti.!!

Pastafrolline di Santa Lucia


La ricetta proviene dal blog de "La golosastra", e devo dire che dopo aver provato varie ricettine delle pastafrolline, questa è quella che mi è piaciuta di più.
  • 350 g di farina 00
  • 150 g di zucchero a velo
  • 170 g di burro
  • 3 tuorli d'uovo
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro (io ho usato lievito per dolci)
  • un pizzico di sale
  • una stecca di vaniglia (io preferisco la buccia grattugiata di 2 limoni)
Setacciare la farina, lo zucchero a velo, il lievito e il sale, in un recipiente. Aggiungere i semini della stecca di vaniglia o la buccia del limone. Tagliare il burro freddo da frigorifero in pezzetti piccoli e amalgamarlo alla farina. Aggiungere i tuorli uno alla volta e impastare il tutto rapidamente fino ad ottenere una palla liscia e compatta. Avvolgerla in pellicola e lasciarla riposare in frigo per almeno una notte, (io l'ho lasciata riposare circa un'ora). Stendere la frolla in uno strato sottile, meno di 1/2 cm., tagliate i biscotti con le apposite formine e collocateli sulla placca del forno. Cuocere a 160°C per una decina di minuti, non devono colorare troppo. Al tatto saranno ancora un po' teneri ma raffreddandosi acquisteranno la giusta consistenza. Spolverizzateli con zucchero a velo e conservateli in una scatola di latta. Con questa dose a me sono usciti poco più di 500 g di biscotti.
Eccole le pastafrolline, buone e dal sapore delicato.








Felice notte di Santa Lucia!!
Barbara
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...