giovedì 26 dicembre 2013

Lemon meringue pie gluten free


Buongiorno a tutti, passato bene il giorno di Natale?
Questo è dolce che ho preparato per il pranzo di ieri, una lemon meringue pie senza glutine però, per dar modo anche alla ragazza di mio figlio di assaggiare questa bontà!!
Felice giornata!!..qui diluvia...

Ingredienti ed esecuzione della frolla:
  • 200 g di farina di riso
  • 100 g di amido di mais
  • 2 uova
  • 150 di zucchero a velo
  • 150 di burro
  • un pizzico di sale
  • la punta di un cucchiaino di lievito
  • buccia grattugiata di limone
Setacciate la farina di riso con l'amido di mais e il sale.
Aggiungete il burro freddo a pezzetti e iniziate a intridere velocemente il tutto con le dita fino a d ottenere un composto sbriciolato.
Unite le uova, lo zucchero e la buccia di limone.
Lavorate brevemente e formate una palla, aggiungendo farina di riso o amido se trovate difficoltà a compattare il tutto.
mettete i frigo per circa mezz'ora.
Stendete la pasta tra due fogli di carta forno, togliete un foglio e rovesciate l'impasto in uno stampo da 24-26 cm. Eliminate anche l'altro foglio e accomodate la frolla con le dita in modo da sistemare eventuali strappi.

Bucherellate la base con una forchetta, coprite e mettete in frigo per 20 minuti.
Preriscaldate il forno a 180°C
Coprite l'impasto con carta e palline da forno o fagioli secchi e infornate per 15 minuti.
Togliete la carta e le palline e fate cuocere per altri 15-20 minuti, o fino a quando l'impasto si sarà asciugato.
Lasciate raffreddare e intanto portate la temperatura del forno a 200°C.


Ingredienti ed esecuzione della crema al limone:
  • 30 g di farina di riso
  • 30 g di amido di mais
  • 250 g di zucchero a velo
  • 250 ml di acqua
  • 185 ml di succo di limone
  • 1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata
  • 50 g di burro non salato, tagliato a pezzi
  • 6 tuorli d'uovo
Mettete la farina, l'amido di mais, lo zucchero, la scorza e il succo di limone in una casseruola e aggiungete gradualmente 250 ml di acqua amalgamando a fuoco lento fino ad ottenere un composto omogeneo. Far cuocere sempre mescolando fino a quando il composto si sarà addensato. Togliete dal fuoco e incorporate il burro e i tuorli d'uovo, mescolando energicamente, rimettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco lento, mescolando fino a quando il composto sarà molto denso.


Ingredienti ed esecuzione della meringa:
  • 6 albumi 
  • 340 g di zucchero, meglio se a velo
  • un pizzico di cremore di tartaro o qualche goccia di succo di limone 
Montate gli albumi con lo zucchero e il cremor di tartaro fino ad ottenere un composto denso e lucido.

Assemblaggio della torta:
Distribuite il ripieno al limone sulla base della torta, coprite con la meringa e con la punta di un coltello formate delle punte decorative.
Infornate per 8-10 minuti o fino a quando le punte cominceranno a prendere colore.
Estraete dal forno e fate raffreddare bene prima di tagliarla.
La frolla è molto fragile e tende a sbriciolarsi, ma è buonissima!!!





mercoledì 25 dicembre 2013

domenica 22 dicembre 2013

Croissant sfogliati


Una ricetta che avevo preparato tempo fa' e di cui sono riuscita a recuperate solo qualche foto dopo la formattazione del pc..
Sono i mitici croissant sfogliati di Paoletta e per la ricetta e il procedimento vi rimando al suo blog.
Ammetto che i miei non sono venuti molto belli, sono un po'..cicciotti, ma erano ugualmente molto buoni!!
Io ne ho farciti un po' con la crema di nocciole, dopo la cottura  usando una siringa e un po' li ho lasciati al naturale.
Vi auguro una felice domenica!!




sabato 21 dicembre 2013

Ciambella all'arancia


Una ciambella senza grassi, morbida e profumata. La ricetta è quella del Pan di spagna al profumo di limone per l'occasione leggermente modificata.

Gli ingredienti:
  • 300 g di farina
  • 300 g di zucchero
  • 6 uova medie
  • buccia grattugiata di 2 arance
  • 3 cucchiai di succo d'arancia
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaino colmo di lievito
Il procedimento:
Montate a neve gli albumi con 150 g di zucchero fino ad ottenere una bella meringa lucida.
Sbattete i tuorli con il rimanente zucchero fino ad ottenere un composto bello spumoso e unite la buccia d'arancia. 
Unite gli albumi ai tuorli mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Incorporate un po' alla volta la farina setacciata con il lievito e il sale alternando con il succo di arancia e il latte amalgamando delicatamente.
Versate in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato.
Infornate a 175°C per circa 35 minuti.
Se usate uno stampo in silicone fate raffreddare bene prima di sformarlo.
Setacciate  con zucchero a velo e decorate con fantasia.





venerdì 20 dicembre 2013

Biscotti all'anice stellato


Oggi una ricetta semplice a buonissima; biscottini natalizi realizzati con un'impasto speziato e profumato dove l'aroma dell'anice stellato prevale sulle altre spezie.
Felice fine settimana!!

Gli ingredienti:
  • 350 g di farina bianca
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 2 cucchiaini di cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiaini di spezie miste macinate (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero e anice stellato, quest'ultimo in maggiore quantità)
  • pizzico di sale
  • 200 g di zucchero di canna grezzo
  • 130 di burro ammorbidito
  • 1 uovo
  • 50 g di miele
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaio di rum
Il procedimento:
Setacciate la farina, il sale, il lievito, il cacao e le spezie.
Aggiungete lo zucchero, l'uovo leggermente sbattuto, il burro morbidissimo, il miele, il latte e il rum.
Lavorate l'impasto e formate una palla, dovrà risultare abbastanza morbida.
Avvolgetela in pellicola trasparente e tenetela in frigorifero per 30 minuti.
Portate il forno a 180°C e stendete la pasta su una superficie leggermente infarinata ad uno spessore di 5 mm.
Ritagliate i biscotti con delle formine natalizie e trasferiteli su una piastra coperta da carta forno; io ho preparato metà impasto con le formine per biscotti e l'altra metà ho usato uno stampo in silicone schiacciando bene i pezzetti di impasto all'interno in modo che prendessero bene la forma e riempiendoli solo per metà.
Punzecchiate i biscotti con una forchetta e infornate quelli ricavati con le formine, più sottili, per circa 8 minuti, non cuoceteli di più altrimenti induriranno troppo, mentre per gli altri, essendo più spessi, sarà necessario qualche minuto in più di cottura (circa 10)
A fine cottura appariranno ancora molto morbidi ma raffreddandosi acquisteranno la giusta consistenza.
I biscotti ricavati con le formine trasferiteli subito su una griglia e fateli raffreddare, quelli preparati nello stampo fateli raffreddare bene prima di estrarli con delicatezza .
Potete decorarli come vi suggerisce la fantasia oppure lasciarli così, al naturale.






giovedì 12 dicembre 2013

Le pastafrolline di Santa Lucia



Bambini, la sentite la campanella??
Fate i bravi che fra un po' arriva ...!!!
Santa Lucia
di V. Bosari

Nei lor candidi lettini
questa notte
come sognano i bambini!
Per la grande via d'argento
ecco,vien Santa Lucia,
viene carica di doni,
per i bimbi bravi e buoni.
Ahi, barcolla, ahimè, si intoppa,
sotto il peso, l'asinello!
Giunge alfine
ecco, scricchiola la toppa,
s'apre l'uscio, e lei, bel bello,
trombe, bambole, scarpine
mette giù,quanti balocchi!
Che delizia, o Dio, per gli occhi!

A Verona nella notte tra il 12 il 13 dicembre è tradizione festeggiare Santa Lucia. Per i bambini è una festa, la Santa arriva carica di doni su un'asinello accompagnata dal suo aiutante Gastaldo. Se i bimbi sono stati bravi la Santa lascerà solo doni, mentre per i bimbi che sono stati birichini lascerà accanto ai doni (quelli non mancano mai ) anche un pezzetto di carbone.


Ma l'atmosfera magica di quella notte inizia parecchi giorni prima..Qualche settimana prima i bambini scrivono la loro letterina con la lista dei regali che vorrebbero ricevere promettendo anche che in futuro saranno più buoni.. La letterina viene lasciata sul davanzale della finestra e durante la notte il Gastaldo passerà a raccogliere le richieste dei bambini. Poi, qualche giorno prima della magica notte, la Santa passa di casa in casa e lascia un piccolo omaggio, un'anticipo di festa....Ricordo che verso il tramonto si udiva nell'aria la campanella che preannunciava il suo arrivo. Noi bambini, felici, emozionati e anche spaventati, andavamo a ripararci in un cantuccio mentre mamma apriva la finestra e manciate di caramelle cadevano all'interno.
Poi io mi chiedevo sempre come mai dopo qualche minuto dal passaggio di Santa Lucia, puntualmente tornasse dal lavoro mio padre..e gli dicevo sempre:- Papà.. anche stasera non hai visto Santa Lucia che ci gettava le caramelle....

Ma la vera festa è la giornata del 13 Dicembre...che emozione!! La sera prima prima di andare a letto si lascia davanti al camino un bicchiere di latte per Santa Lucia, un bicchiere di vino per il Gastaldo, le carotine e il fieno per l'asinello.
L'indomani tutto sarà sparito e al loro posto i bimbi troveranno, oltre ai doni che hanno richiesto, anche un piccolo vassoio di dolcetti, le Conse, le pastafrolline di Santa Lucia. Un' antica filastrocca è testimone di questa usanza.

"Santa Lussia, mama mia
porta conse in scarpa mia,
se la mamma no gh'in mete
resta ude la scarpete
se el bupà no' ghe ne porta
resta 'uda anca la sporta"

Traduzione

"Santa Lucia, mamma mia
porta dolci in scarpa mia
se la mamma non ce li mette
restano vuote le scarpette
Se il papà non ne porta
resta vuota anche la borsa"

Chissà se anche quest'anno Santa Lucia passerà anche da me per lasciarmi i dolcetti...non sono più una bambina ormai da molti anni ma io la campanella la sento ancora!!!
Però, nell'eventualità che Santa Lucia si dimentichi di me, ogni anno preparo sempre una bella scorta di questi dolcetti.!!

Pastafrolline di Santa Lucia


La ricetta proviene dal blog de "La golosastra", e devo dire che dopo aver provato varie ricettine delle pastafrolline, questa è quella che mi è piaciuta di più.
  • 350 g di farina 00
  • 150 g di zucchero a velo
  • 170 g di burro
  • 3 tuorli d'uovo
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro (io ho usato lievito per dolci)
  • un pizzico di sale
  • una stecca di vaniglia (io preferisco la buccia grattugiata di 2 limoni)
Setacciare la farina, lo zucchero a velo, il lievito e il sale, in un recipiente. Aggiungere i semini della stecca di vaniglia o la buccia del limone. Tagliare il burro freddo da frigorifero in pezzetti piccoli e amalgamarlo alla farina. Aggiungere i tuorli uno alla volta e impastare il tutto rapidamente fino ad ottenere una palla liscia e compatta. Avvolgerla in pellicola e lasciarla riposare in frigo per almeno una notte, (io l'ho lasciata riposare circa un'ora). Stendere la frolla in uno strato sottile, meno di 1/2 cm., tagliate i biscotti con le apposite formine e collocateli sulla placca del forno. Cuocere a 160°C per una decina di minuti, non devono colorare troppo. Al tatto saranno ancora un po' teneri ma raffreddandosi acquisteranno la giusta consistenza. Spolverizzateli con zucchero a velo e conservateli in una scatola di latta. Con questa dose a me sono usciti poco più di 500 g di biscotti.
Eccole le pastafrolline, buone e dal sapore delicato.








Felice notte di Santa Lucia!!
Barbara

mercoledì 27 novembre 2013

Ciambellone all'arancia e mascarpone, in pentola fornetto


Ricetta non nuova, presente in numerosi blog di cucina, io l'ho personalizzata aromatizzandola con il profumo dell'arancia.
Felice giornata!!

Ingredienti:
  • 3 uova medie
  • 300 g di zucchero
  • 250 g di mascarpone
  • 100 g di burro fuso
  • buccia grattugiata di 2 arance
  • 100 ml di latte
  • 3 cucchiai di liquore all'arancia
  • 1 cucchiaino di aroma di arancia
  • 300 g di farina
  • 150 g di amido di mais
  • 1 bustina di lievito
  • 100 g di cioccolatini ripieni di liquore all'arancia oppure una tavoletta di cioccolato all'arancia
Stacciate la farina, l'amido di mais, il sale e il lievito.
Lavorate le uova con le fruste lo zucchero e le uova fino a renderle spumose.
Unite il burro fuso raffreddato, il mascarpone, la buccia, l'aroma di arancia e il liquore, amalgamando bene.
Unite poco alla volta le farine amalgamando con una spatola.
Imburrate e infarinate la pentola fornetto (24 cm) e versatevi metà dell'impasto.
Rompete i cioccolatini in pezzi grossolani, infarinateli e mettetene la metà sull'impasto.
Coprite con il resto del composto e affondatevi il resto dei cioccolatini.
Sistemate la pentola fornetto sul fornello piccolo a fuoco medioalto per cinque minuti, poi abbassate (non al minimo) e portate a cottura, ci vorranno circa 40-45 minuti, dipende molto dal vostro fornello e dal modello della vostra pentola fornetto. Fate sempre la prova con uno spiedino.
Fate raffreddare nella pentola, sformate e cospargete di zucchero a velo.
Se preferite cuocerlo in forno preriscaldatelo a 180°C e cuocete per 30-40 minuti.




venerdì 25 ottobre 2013

Torta di mele e amaretti


La visione di questa torta di mele mi ha letteralmente conquistata,  ho deciso che dovevo provarla...con qualche piccola modifica però...ho diminuito un po' la quantità di burro compensando con la ricotta e aggiunto qualche amaretto sbriciolato all'impasto. E' deliziosa, provatela!!
Buona serata!!

Gli ingredienti:
  • 150 g di burro
  • 80 g di ricotta
  • 250 g di zucchero
  • 4 uova grandi o 5 medie
  • 4 mele Golden Delicious
  • 285 g di farina
  • 5 amaretti sbriciolati
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • ½ cucchiaino  di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaio di liquore all'amaretto
  • ½ cucchiaino di scorza di limone
Per la guarnizione:
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 5 amaretti sbriciolati
Il procedimento:
Accendete il forno a 175°C.
Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera da 24 cm.
Setacciare la farina con il sale, il lievito e la cannella.
Amalgamate il burro con lo zucchero e la ricotta fino ad ottenere una crema liscia.
Aggiungete le uova uno alla volta lavorando con le fruste.
Lavorate a velocità media fino a quando il composto apparirà bello giallo e cremoso.
Diminuite la velocità e incorporate la farina poca alla volta.
Aggiungete la scorza di limone, la vaniglia e il liquore all'amaretto.
Aumentate leggermente la velocità e lavorate l'impasto per circa 2 minuti.
Sbucciate le mele e tagliatele tutte e quattro in grosse fette, prendetene la metà e riducetele in piccoli pezzi che andrete ad incorporare all'impasto.
Aggiungete anche gli amaretti sbriciolati e amalgamate bene.
Versate l'impasto nello stampo e livellatelo bene.
Disponete le rimanenti fette di mele distanziate tra loro formando un fiore e affondandole leggermente.
Spolverate la superficie della torta con lo zucchero e gli amaretti sbriciolati.


Ponete nella parte centrale del forno e fate cuocere dai 70 ai 90 minuti (la mia torta risultava cotta dopo circa 70 minuti), fate la prova stecchino.
Togliete dal fono e fate raffreddare leggermente su una gratella per 15 minuti, quindi rimuovete l'anello della tortiera e fate raffreddare completamente.
Decorate con qualche amaretto e spolverizzate con zucchero a velo.
Potete servire la torta con la glassa, riportata nella ricetta originale, versata su ogni fettina.





lunedì 21 ottobre 2013

Ciambella (plum cake) all'uvetta


Buongiorno e buon lunedì!!
Iniziamo la giornata con un dolcetto semplice, con tanta uvetta che io adoro.
Felice settimana!!

Gli ingredienti:
  • 150 g di uvetta 
  • 150 g di burro
  • 2 uova
  • 160 g di zucchero
  • 400 g di farina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 120 ml di latte
  • zucchero semolato
Il procedimento:

  • Fate ammorbidire in acqua tiepida l'uvetta, poi scolatela, strizzatela e infarinatela.
  • Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella da 24 cm, oppure da plum cake da 31 cm e accendete il forno a 200°C.
  • Lavorate il burro con lo zucchero, unite uno alla volta le uova e continuate fino ad ottenere una crema. Unite la buccia di limone, la farina setacciata con il lievito e poi, poco alla volta il latte e il succo di limone. L'impasto deve risultare denso. Aggiungete infine l'uvetta e versate il composto nello stampo. Spolverizzate con zucchero semolato.
  • Per la cottura di questo plum cake ho seguito il metodo Montersino, questa cottura secondo Montersino consente l’aspetto “tipico“ del plum-cake con la crepa al centro: i primi 7-8 minuti si cuoce a 200°C, poi si abbassa a 180°C e si continua la cottura per altri 35-40 minuti. Prima di estrarre il plum cake dal forno, ma  non prima che si sia ben gonfiato ed abbia fatto la tipica frattura al centro del plum cake, fate la prova stecchino. Fatelo raffreddare bene prima di affettarlo altrimenti tenderà a sbriciolarsi.



mercoledì 2 ottobre 2013

Crostata senza glutine alla marmellata


Una crostata buonissima, leggera e friabilissima, direi che assomiglia più a una pasta sablé piuttosto che una pasta frolla, ma forse mi è piaciuta proprio per questo.
Al taglio tende a sbriciolarsi, quindi se non amate la pasta frolla friabile vi consiglio di provare un'altra ricetta.
Se la crostata è destinata ad una persona celiaca è necessario utilizzare ingredienti senza glutine contraddistinti dal simbolo recante una spiga sbarrata, per conoscere quali sono i prodotti consentiti ai celiaci è necessario visionare il prontuario degli alimenti sul sito dell’Associazione Italiana Celiachia.
Se invece non avete problemi di celiachia, e volete solo provare la crostata, potete usare benissimo anche le comuni farine non certificate per celiaci.
Buona giornata!!

Ingredienti:
  • 200 g di farina di riso
  • 150 g di farina di mais fine
  • 50 g di fecola di patate
  • 8 g di lievito in polvere 
  • buccia grattugiata di un limone
  • 130 g di margarina vegetale
  • 200 g di zucchero a velo
  • 2 uova medie
  • 1 vasetto e 1/2 della vostra marmellata preferita
Setacciate le farine con con la fecola, il sale e il lievito, aggiungete la margarina a pezzetti e lavorate il composto con la punta delle dita fino a formare delle briciole. 
Aggiungete lo zucchero, la buccia di limone, e le uova leggermente sbattute.
Compattate velocemente il tutto e formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela a riposare in frigo per almeno 30 minuti. 
Stendete i 2/3 dell'impasto non troppo sottile su un foglio di carta forno leggermente spolverizzato di farina di riso, capovolgetelo in uno stampo da 26 cm e togliete delicatamente la carta forno, l'impasto è molto morbido e appiccicoso e tenderà a rompersi, sistematelo con le dita, aggiustando le crepe e i buchetti e formate un bordo ripiegando leggermente la pasta in eccesso.
Versate la marmellata, stendete il rimanente impasto e con le formine per biscotti ritagliate dei cuori o dei fiorellini che userete per decorare la superficie della torta.
Se preferite (e se ci riuscite) potete decorare la superficie con le classiche strisce ma, sempre per il discorso che l'impasto è molto fragile, risulta un po' difficile trasferirle sulla crostata senza romperle, per questo vi consiglio di decorarla con gli stampini per biscotti.
Infornate a 180°C per circa 40 minuti.
Fatela raffreddare bene prima di tagliarla.





domenica 22 settembre 2013

Torta vegana speziata di zucca e mele e...bentornato Autunno!!!


Bentornato autunno, stagione che io amo moltissimo!! La natura ci regala le cose più buone, mele, zucche, funghi, uva, melograni....quella che vi propongo oggi è una semplice torta con zucca e mele, senza uova e grassi animali. 
Io ho aggiunto all'impasto un po' di uvetta e delle mandorle, ma ci vedrei bene anche delle gocce di cioccolato fondente, a voi la scelta.
Felice Domenica!!

Ingredienti:
  • 70 g di olio di oliva
  • 150 g di zucchero di canna
  • 200 g di polpa di zucca
  • 300 g di farina
  • 2 cucchiaini di lievito (controllate che l'elenco degli ingredienti non contenga "sali di calcio degli acidi grassi" che può essere di origine animale)
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • 1 presa di sale
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 200 ml di latte di soia o riso
  • 70 g di uvetta ammollata nel rum, strizzata, asciugata e infarinata
  • 50 g di granella di mandorle
  • 3 mele
Iniziamo con il cuocere la polpa di zucca; togliete la buccia, tagliatela a pezzi e cuocetela a vapore o al forno per circa 15 minuti (o fino a quando si sarà ammorbidita).
Riducetela in purè, pesatela e prelevatene 200 g.
Setacciate la farina con il lievito, lo zenzero, la cannella, e la presa di sale.
Con lo sbattitore elettrico amalgamate l'olio con lo zucchero di canna, unite la polpa di zucca, la farina alternando con il latte, aggiungete l'uvetta e per ultima la granella di mandorle.
Versate l'impasto in una tortiera da 24 cm oliata e infarinata.
Sbucciate le mele, togliete il torsolo e tagliatele a metà e praticate delle incisioni con il coltello senza arrivare fino in fondo.
Disporre la mele nella tortiera, decorare con qualche mandorla con la pellicina, spolverizzare con un po' di cannella e un po' di zucchero di canna.
Infornare a 180°C per 35-40 minuti.






giovedì 19 settembre 2013

Minicroissant alla zucca e cannella


Buongiorno a tutti!!
Oggi vi propongo un'assaggio d'autunno con un vegetale tipico di questa stagione: la zucca.
La ricetta è questa, le girelle alla zucca e cannella, leggermente rivisitata e trasformata in croissant, per comodità ve la riporto anche qui.
Buona giornata!!

Per la pasta:

  • 5 g di lievito secco (mezza bustina, oppure 12 g di lievito di birra fresco))
  • 50 ml di acqua calda
  • 1/2 cucchiaino di zucchero bianco
  • 1/2 tazza polpa di zucca (circa 200 g)
  • 60 g di panna (il latte può sopperire, ma la panna è meglio)
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 60 g  di burro fuso
  • mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 3/4  di cucchiaino di spezie per torta di zucca, o mezzo cucchiaino di zenzero in polvere e 1/4 di cucchiaino di pimento 
  • 1 uovo grande
  • 50 g di zucchero semolato
  • 530 g di farina (350 farina 00 e 180 g di manitoba)


Per il ripieno:
  • 50 g di burro fuso
  • 50 g di zucchero di canna 
  • 30 g  di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di cannella in polvere

Iniziamo con il cuocere la polpa di zucca; togliete la buccia, tagliatela a pezzi e cuocetela a vapore o al forno per circa 20 minuti (o fino a quando si sarà ammorbidita). Riducetela in purè, pesatela e prelevatene 200 g.
Nel frattempo che la zucca cuoce sciogliete il lievito nell'acqua zuccherata e fatelo riposare 10-15 minuti, deve diventare bello spumoso. Se usate l'impastatrice potete fare tutto questo direttamente nel contenitore.
Aggiungete ora la purea di zucca, la panna, il sale, il burro, l'estratto di vaniglia, le spezie e lo zucchero. Amalgamate il tutto con una spatola, aggiungete metà della farina, l'uovo e poi azionate l'impastatrice. Se non ce l'avete potete benissimo aiutarvi con uno sbattitore elettrico munito del gancio, questo per i primi minuti, e poi continuare ad impastare a mano. Quando il tutto sarà amalgamato unite un po' alla volta la rimanente farina e fate andare l'impastatrice fino a. quando il composto si presenterà elastico, morbido e leggermente appiccicoso, circa 7/8 minuti, se l'impasto risulta troppo molle aggiungete 1-2 cucchiai di farina, non esagerate però.
Formate una palla ungete leggermente il contenitore e mettetela a lievitare coperta in un luogo tiepido fino al suo raddoppio (nel mio caso circa 3 ore).
In una scodella miscelate lo zucchero di canna, lo zucchero semolato e la cannella, fate anche fondere il burro al micro.
Dividete l'impasto ben lievitato in due parti uguali. Con il matterello stendere ogni panetto in un disco di 35 cm. Spennellate ogni disco con la metà del burro fuso e spolverizzate con la metà della miscela di zuccheri e cannella. Da ogni disco ricavate 12 triangoli praticando dei tagli incrociati e arrotolateli partendo dal lato lungo. Disponeteli in una teglia e fateli lievitare per 30-40 minuti.
Intanto preriscaldate il forno a 175°C. 
Prima di infornare spennellateli con un goccio di latte e spolverizzateli con un po' di zucchero di canna.
Infornate nella parte centrale del forno e cuocete per 15-20 minuti.
Se volete potete farcirli ancora caldi con della crema al cioccolato, aiutandovi con una siringa da pasticceria con bocchetta ad ago, io ho preferito lasciarli al naturale per assaporarne al meglio il sapore speziato.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...