lunedì 29 luglio 2013

Ghiaccioli allo yogurt e pesche noci e... blog in vacanza!!



Vi lascio per un po' con la ricetta di questi deliziosi ghiaccioli allo yogurt e pesche noci.
Vado in vacanza, mi aspettano verdi montagne e rilassanti campagne.
Buone estate a tutti!!!

Ingredienti:
  • 500 g di yogurt bianco naturale
  • 3 pesche noci
  • zucchero a piacere (50-100 g)
Tagliate a pezzetti le pesche, senza togliere la buccia.
Frullatele fino alla consistenza desiderata insieme allo zucchero e a un po' di yogurt, io non frullo tanto, a noi piace sentire i pezzettini di frutta
Aggiungete il resto dello yogurt e mescolate con un cucchiaio.
Distribuite negli stampini e fate consolidare i freezer.
Se non avete gli stampini vanno bene anche i bicchierini di plastica, oppure i contenitori dello yogurt: versateci il composto, mettete in freezer fino a quando si saranno un po' solidificati, inserite uno stecchino o un cucchiaino e rimettete in freezer, meglio se per tutta la notte.





domenica 28 luglio 2013

Ghiaccioli al limone con polpa e scorzette



Vi va una pausa rinfrescante e rigenerante? Vi offro questi ghiaccioli al limone preparati con la polpa e con le scorzette.
Buona Domenica!!

Ingredienti per 6 ghiaccioli da 70 ml:
  • 150 g di succo di limone (circa 3)
  • 300 ml di acqua
  • 100 g di zucchero
  • buccia di 3 limoni biologici
Grattugiate la scorza dei limoni con una grattugia a fori grossi prestando attenzione a non grattugiare la parte bianca. 
Spremete il succo, schiacciate la polpa con una forchetta e aggiungetela al succo.
In un pentolino versate l'acqua, lo zucchero e le scorzette di limone, portate a bollore e cuocete 2-3 minuti.
Unite il succo, fate raffreddare e suddividete lo sciroppo negli stampini.
Mettete in freezer fino a quando si saranno solidificati, meglio se tutta la notte.




mercoledì 24 luglio 2013

giovedì 18 luglio 2013

Ciambellone all'olio, in pentola fornetto



Credo che ognuna di noi abbia nel cassetto la ricetta del classico ciambellone all'olio. Questa l'ho rispolverata ieri, rovistando tra fogli e foglietti sparsi qua e la nel cassetto...non ricordo nemmeno chi me l'ha passata o da dove l'ho copiata..
Con questa quantità viene un ciambellone altissimo e la cosa più bella e buona è la deliziosa crosticina che lo zucchero forma in superficie. 
Naturalmente per la cottura ho preferito la pentola fornetto ma se volete cuocerlo in forno preriscaldatelo a 180°C e cuocete per 45 minuti.
Potete anche dimezzare la quantità degli ingredienti, se volete una ciambella più piccola.
Buona colazione!!

Ingredienti:
  • 6 uova 
  • 400 g di zucchero 
  • 600 g di farina 00 
  • 1 bustina di lievito 
  • pizzico di sale 
  • 200 ml di latte 
  • 200 ml di olio di girasole 
  • 1 cucchiaio di sambuca 
  • 50 g di cacao amaro (solo se lo fate variegato) 
  • 80-100 g di zucchero 
  • 1 cucchiaino d'acqua 

Montare le uova con lo zucchero come si farebbe per un pan di spagna, fino a quando scrivono.
Aggiungere la farina setacciata con il lievito e il sale alternando con il latte e l'olio, per ultimo aggiungere il liquore. versare poco più della metà del composto nella pentola fornetto imburrata e infarinata.
Amalgamate nel rimanente impasto il cacao ed eventualmente aggiungete 1-2 cucchiai di latte se risultasse troppo denso. Versatelo sopra e al centro dell composto bianco e muovetelo un po' con una forchetta per avere l'effetto più scuro all'interno.
Inumidite lo zucchero con l'acqua e stropicciatelo con la punta delle dita, non mettete più di un cucchiaino di acqua altrimenti in cottura lo zuccherò verrà assorbito dal ciambellone e non farà la crosticina., spolverizzatelo sulla superficie del ciambellone distribuendolo con una forchetta.
La cottura dipende molto dalla dose dell'impasto e dal diametro della pentola:
Se avete fatto l'intera dose e avete usato una pentola da 26-28 cm sistematela sul fornello medio per i primi 5 minuti a fuoco medioalto, poi abbassate un po', non al minimo però, io le ciambelle con una grande quantità di impasto non le cuocio mai al minimo, a parte che ci metterebbero delle ore a cuocere, ma poi l'impasto se rimane troppo sul fuoco a fiamma bassa o non lievita affatto, oppure lievita subito e poi collassa, questo è quello che ho constatato io in base alla mia esperienza fatta su pentole fornetto di diverse dimensioni e su vari tipi di impasto. Insomma con la pentola fornetto i tempi di cottura sono solo indicativi, dovete trovare voi il giusto grado di calore, non alzando troppo la fiamma per evitare che si bruci tutto, ma nemmeno abbassando al minimo...Tornando a questo ciambellone dovrebbe cuocere in circa 60 minuti, più o meno, naturalmente vale la prova stecchino.
Se avete fatto metà dose invece con la pentola da 24 cm, cuocete sul fornello piccolo i primi 5 minuti a fiamma alta, poi abbassate su fuoco mediobasso fino a cottura, ad occhio credo basteranno 40-45 minuti, verificate sempre con lo spiedino però.






lunedì 15 luglio 2013

Torta di ricotta e pesche



Luglio, la stagione delle pesche. Prepariamo una torta con pochi grassi, ma soffice e morbida.
E il giorno dopo secondo il mio parere è ancora più buona.
Vi auguro una felice settimana!!!

Ingredienti:
  • 300 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 250 g di ricotta
  • 3 uova
  • 4 pesche
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1 bustina di lievito
  • pizzico di sale
  • 2 cucchiai di marmellata di albicocche o pesche

Lavate e tagliate le pesche a fette non molto sottili, mettetele in una ciotola, aggiungete 2 cucchiai di zucchero mescolate e mettete da parte.
Setacciate la farina con il lievito e il sale.
Sbattete le uova con lo zucchero e la ricotta giusto il tempo di ottenere un composto liscio e senza grumi.
Unite la buccia di limone, l'olio, e poco alla la volta la farina, l'impasto risulterà abbastanza denso.
Unite ora la metà delle pesche all'impasto e amalgamate bene.
Versate l'impasto in uno stampo a cerniera imburrato e infarinato di 24-26 cm di diametro e alto circa 7-8 cm, perché la torta lievita molto.
Mettete in superficie le fettine di pesche rimanenti e spolverizzate con un po' di zucchero semolato.
Infornate a 180°C per circa 50-60 minuti ma fate la prova stecchino perché potrebbe necessitare di qualche minuto in più di cottura. Passati 40 minuti controllate se è il caso di coprire la superficie con un foglio di alluminio.
Scaldate la marmellata in un pentolino oppure nel microonde, passatela al setaccio schiacciando con un cucchiaio e raccogliendo la gelatina in un bicchiere.
Spennellate la frutta con la gelatina e servite.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...