martedì 25 giugno 2013

Peach pie (torta di pesche)



Si avvicina la stagione delle pesche. Voi lo sapete chi io amo i pie americani, quindi....peach pie!!!!

Ingredienti per la pasta brisée:
  • 350 g di farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • 30 g di zucchero semolato
  • 200 g di margarina vegetale ridotta a cubetti di 2,5 cm 
  • da 60 a 120 ml di acqua ghiacciata (aggiungete dei cubetti di ghiaccio nel bicchiere)

Ingredienti per il ripieno di pesche:
  • 1,2 kg di pesche sode
  • 150 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di cannella
  • la punta di un cucchiaino di sale
  • il succo di mezzo limone
  • 30 g di amido di mais o fecola di patate
  • 20 g di margarina

Ingredienti per spennellare la torta:
  • 2 cucchiai di panna vegetale
  • zucchero semolato

In un robot da cucina mettete la farina, il sale e lo zucchero; azionate il pulsante per pochi secondi fino a miscelare il tutto. 
Aggiungete la margarina e fate andare a impulsi fino a quando il composto assumerà l'aspetto di uno sfarinato (al massimo per 20 secondi).
Versate circa 60 ml di acqua attraverso l'apertura con il robot in funzione e fate andare fino a quando vedete che la pasta forma una palla attaccata alle lame, se necessario aggiungete anche la rimanente acqua. L'operazione non deve durare più di 30 secondo altrimenti l'impasto si scalderebbe troppo.
Versate la pasta su un piano di lavoro,


compattatela senza impastare


e formate 2 palline. Appiattitele e compattate i bordi se tendono a frastagliarsi, copritele con pellicola e mettetele in frigo per almeno 1 ora a raffreddare.


Togliete una pallina di impasto dal frigo e stendetela su una superficie leggermente infarinata in un disco di circa 28-30 cm. Se è troppo fredda e tirandola si rompe fatela riposare 5 minuti a temperatura ambiente. Se mentre la stendete i bordi tendono a rompersi compattateli con le mani.
Arrotolatela delicatamente sul matterello e trasferitela in uno stampo da 24 cm. fatela aderire bene allo stampo senza tirarla, altrimenti in cottura si ritirerà. Rimettete in frigo coperta da pellicola.


Prendete l'altra pallina di impasto, stendetela in un disco di 30 cm e ritagliate con un cutter 14 strisce di 2 cm. Posizionatele delicatamente su un foglio di carta forno e mettete in frigo a raffreddare.
Intanto preriscaldate il forno a 200°C e preparate il ripieno di pesche.
Sbucciate le pesche, se usate le pesche nettarine potete anche fare a meno di sbucciarle, togliete il nocciolo, affettatele non troppo finemente e mettetele in una ciotola. Unite lo zucchero, il limone, la cannella, il sale e l'amido di mais. Mescolate bene e fate riposare una mezz'oretta, nel frattempo preriscaldate il forno a 200°C con all'interno la leccarda.
Versate le pesche nello stampo, distribuitele uniformemente e mettete qua e la i pezzettini di margarina.


Togliete le strisce di pasta dal frigo e formate un reticolo. Ritagliate la pasta in eccesso e schiacciate le strisce lungo il bordo. 


Formate un bordo ondulato, spennellate con la panna veg e spolverizzate con lo zucchero.


Posizionate lo stampo sulla leccarda del forno e infornate nel terzo ripiano in basso. Cuocete per 15 minuti, poi abbassate la temperatura a 175°C e continuate la cottura per circa 30 minuti, coprendo i bordi con un anello di alluminio se tendono a colorire troppo.


Togliete la torta dal forno e fatela raffreddare bene prima di tagliarla. Servitela con della panna vegetale  montata.





2 commenti:

  1. Questa torta è buonissima!!! la foto è uno spettacolo! ha un'aria rustica ma allo stesso tempo raffinata!

    RispondiElimina

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog, se provate una ricetta mi farebbe piacere ricevere un vostro commento anche se non vi è piaciuta..
Vi prego di non pubblicare commenti con link attivi, commenti contenenti pubblicità, commenti per pubblicizzare i contest, verranno quanto prima rimossi.
Grazie, Barbara
Barbara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...