venerdì 22 marzo 2013

Bomboloni


La ricetta è di Paoletta


In assoluto i migliori bomboloni casalinghi che abbia mai assaggiato, oserei dire migliori anche di quelli che ho assaggiato in certe pasticcerie!!! Il procedimento è un po' lungo, ma se siete in possesso di una planetaria o un'impastatrice la cosa sarà una passeggiata. Il discorso è leggermente diverso per chi non le possiede come me.....ho dovuto impastare a mano per quasi 45 minuti, sapevo che non sarebbe stata una passeggiata 
ma la voglia di provare questi bomboloni ha prevalso su tutto e il risultato mi ha ripagato di tutta la fatica..

Ingredienti:
400 gr di farina (metà manitoba e metà 00)
50 gr di burro morbido
70 gr di zucchero
100 gr di acqua
130 gr di latte
10 gr di lievito di birra fresco 
la buccia di 1 arancia o 1 limone (molto meglio l'arancia!!)
i semi di un baccello di vaniglia o una busta di vanillina
5 gr di sale 
1 tuorlo

Setacciate le farine. 
Sciogliete il lievito in acqua, versatelo in una ciotola e unite 100 g di farina presa dal totale e mescolare brevemente solo per amalgamare il tutto. Coprire con pellicola e fate lievitare 1 ora.



Io nel frattempo ho preparato la crema pasticcera per la farcitura. Naturalmente ho provato quella di Paoletta.
Non posso che consigliarvela, è buonissima e molto delicata.

200 ml di panna fresca
300 ml di latte fresco
1 baccello di vaniglia (io ho messo la buccia grattugiata di un limone)
2 uova intere
40 g. di farina
150 g. di zucchero
1 pizzico di sale

Portare quasi a bollore la panna, il latte e la buccia di limone nel microonde.
In un pentolino sbattere le uova con lo zucchero e il sale, aggiungere la farina sempre mescolando, e versare il latte. Se usate la vaniglia versate il latte da un colino per trattenere i semini. Mettere sul fuoco bassissimo, sempre mescolando con un cucchiaio e spegnere quando avrà raggiunto la giusta densità. Coprire con pellicola a contatto con la crema e far raffreddare.

Torniamo al procedimento dei bomboloni:
Versare il pre-impasto in una grande ciotola (mio caso) o nell'impastatrice



Aggiungere 1 o 2 cucchiaiate di farina e mescolare bene, inserire il tuorlo, e quando sarà stato assorbito unite metà dello zucchero. A questo ponto della lavorazione (per chi non ha l'impastatrice) se avete uno sbattitore elettrico munito di gancio a spirale potete usarlo, vi sarà un po' d'aiuto.



Impastate ancora bene aggiungendo altra  farina, poi inserire l'altra metà dello zucchero.



A questo punto unite il latte alternato a cucchiaiate di farina (tenetene da parte una cucchiaiata) fino ed esaurimento. Per ultimo unite il sale, non dimenticatevelo!!!


Ora se impastate a mano dovete abbandonare lo sbattitore a spirale, l'impasto sarà molto sostenuto e lui, poverino non ce la fa più... e dovrete trasferire l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata impastare a mano con energia per almeno 25 minuti fino a quando l'impasto risulterà bello elastico.
Aggiungete ora la vaniglia, la scorza di arancia grattugiata e il burro, un pezzettino alla volta, inserendo il successivo solo quando il primo sarà stato completamente assorbito. A questo punto aggiungete il cucchiaio di farina che avete tenuto da parte. Impastate a lungo, con energia fino a quando l'impasto risulterà lucido e non appiccicherà più, io questo fase della lavorazione l'ho ottenuta impastando ancora per 20 minuti, 
resistendo alla tentazione di inserire altra farina..
Se invece usate la planetaria fate andare fino all'incordatura dell'impasto.




Solo adesso mettetelo a lievitare coperto per 1 ora e 45 minuti.



Infarinate leggermente la spianatoia e rovesciate l'impasto lievitato, sgonfiatelo bene e fate le pieghe, procedete così: prendete un lembo di impasto stendetelo leggermente e ripiegatelo al centro, fate la stessa cosa con gli altri 3 lembi.
Se volete una spiegazione più dettagliata vi rimando al post sul blog di Adriano Continisio, le seconde del post. Copritelo con pellicola e fatelo riposare 40 minuti con le pieghe rivolte sotto.



Stendete l'impasto a uno spessore di 1cm e 1/2, con questa altezza otterrete dei bomboloni soffici come nuvolette con l'interno non totalmente vuoto. Se invece vi piacciono proprio vuoti vuoti all'interno dovete stendere l'impasto un po' più sottile, circa 1/2 cm. Io ho steso metà impasto per le nuvolette, per accontentare mio figlio, e l'altra metà molto sottile, come piacciono a mio marito e a me.
Ricavate dei dischetti con un coppapasta o un bicchiere di circa 7-8 cm di diametro, reimpastate i ritagli e fateli riposare 10  minuti, poi stendeteli di nuovo fino ad esaurimento.
Copriteli con pellicola e fateli riposare ancora 1 ora.



Friggeteli in olio profondo, alto almeno 3 dita, in un pentolino piccolo. 
L'olio deve essere alla temperatura di 170°C, ma se non avete un termometro dovete andare un po' ad occhio..immergete la punta di un cucchiaio di legno e quando comincerà a fare le bollicine è pronto. 
I bomboloni devono friggere lentamente (ma non troppo) per dar tempo all'interno di cuocere bene. 
Se si doreranno lentamente significa che l'olio è a giusta temperatura, se diventano subito scuri togliete il pentolino dal fuoco, stessa cosa fatela tra una frittura e l'altra. 


Scolateli velocemente su carta assorbente e rotolateli immediatamente nello zucchero semolato, (non scolateli troppo altrimenti lo zucchero non attaccherà). Questi bomboloni assorbono poco o niente olio, sentirete che bontà!! Farciteli con la crema pasticcera, è la morte loro!!!







Nessun commento:

Posta un commento

Un grazie a tutti voi che avete dedicato un po' del vostro tempo al mio blog, se provate una ricetta mi farebbe piacere ricevere un vostro commento anche se non vi è piaciuta..
Vi prego di non pubblicare commenti con link attivi, commenti contenenti pubblicità, commenti per pubblicizzare i contest, verranno quanto prima rimossi.
Grazie, Barbara
Barbara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...